Rai 3

Le parole del lavoro, Identità.

CHI SIAMO E COSA FACCIAMO
Noi siamo ciò che facciamo e per questo motivo il lavoro quando piace diventa uno strumento di realizzazione personale, quasi una terapia. Per questo serve dare attenzione alle proprie attitudini, orientarsi, cambiare quanto non funziona. Studiare per apprendere un lavoro che piace e quando il lavoro peggiora provare a cambiarlo o a migliorare l’ambiente di lavoro. Il lavoro che piace è quello che ci consente di metterci alla prova e di migliorare, che ci dà soddisfazione. Che ci fa uscire quella parte di noi stessi che vogliamo conoscere meglio.

VOCAZIONI PERSONALI E TERRITORIALI
Per questo motivo il lavoro fa parte della nostra identità costitutiva e risponde alle nostre vocazioni, se è un lavoro cercato e voluto. E come noi abbiamo le nostre vocazioni personali, anche il territorio in cui viviamo esprime delle vocazioni che si manifestano attraverso il lavoro e si esprimono nell’economia locale. Le vocazioni produttive sono l’identità del territorio.

FORMAZIONE PER DEFINIRE IDENTITÀ PERSONALE
È con l’apprendimento, la formazione di una competenza che si aiuta a definire l’identità di una persona.

LAVORO PER ESPRIMERE IDENTITÀ DELLA PERSONA
È con il lavoro che si esprime e si realizza l’identità di una persona.

SVILUPPO PER ESPRIMERE IDENTITÀ DEL TERRITORIO
Un sistema che organizza e promuove le competenze ed il lavoro riesce a creare le condizioni per fare sviluppo: per far esprimere l’identità di un territorio servono i sistemi del lavoro.

Comments

Powered by Facebook Comments

Lascia il tuo commento